ALESSANDRO GALLO

ALESSANDRO GALLO

Mi occupo di editoria e teatro di impegno civile con particolare interesse a progetti di formazione per studenti delle scuole superiori ricevendo la “Medaglia d’argento al valor civile Premio Carlo La Catena 2014” di Napoli e il premio “Wee Free young 2014 (prima edizione) della Comunità di San Patrignano”. Insieme ad altri, fondo la casa editrice Caracò  e prendo parte alla nascita del ntS’ Nuovo Teatro Sanità di Napoli occupandomi di progetti per le scuole superiori della Campania e dell’Emilia Romagna come il contenitore di teatro, cinema e letteratura di impegno civile dal titolo “Le nuove resistenze” (sostenuto e promosso da Comune di Casalecchio di Reno/progetto Politicamente Scorretto). Con il romanzo “Scimmie” (Navarra, 2011), vinco il premio nazionale di letteratura “Iride, Cava de’ Tirreni” (2012) da cui prende corpo lo spettacolo diretto da Carlo Caracciolo (produzione NTS’/Caraco’ per Politicamente Scorretto diretto da Carlo Lucarelli). 
Per lo stesso editore ho pubblicato "Andrea torna settembre" (2014) e "Tutta un'altra storia" (2017) vincitore del Premio Sgarrupato di Napoli 2018. Sono ideatore e coordinatore di diversi progetti di teatro e scrittura d'impegno civile per le scuole di tutto il territorio emiliano romagnolo come il format “Il viaggio legale da Emilia a Romagna” (Istituto Salvemini / progetto “Il futuro volta le spalle alle mafie”, sostenuto e promosso dal Comune di Casalecchio – vincitore del Primo Premio Festival Teatro Lab “Miglior spettacolo a sfondo sociale” e “menzione speciale” al Premio Cevenini indetto dalla Provincia di Bologna), progetto “Rasa, un sinonimo di costruzione” (Liceo Morandi di Finale Emilia, progetto “Regole e Democrazia contro le mafie” promosso dal Consorzio O. Romero – vincitore del bando Coop Estense “La scuola siamo noi”). 
Per Caraco’, nel 2011 curo l’antologia “La parola liberata dalle mafie”, nel 2012 la raccolta “Italian Shorts, brevi storie lungo il bel paese”, contribuisco all’antologia “La giusta parte, testimoni e storie dell’antimafia” curata da Mario Gelardi, “La Grammatica di Nisida” vincitore del Premio Napoli Culturale 2013 e “Parole come pane, la sintassi di Nisida” vincitore del Premio Siano 2014. Con il romanzo “Non diamoci pace” (Caraco’ 2013) scritto assieme a Giulia di Girolamo siamo stati selezionati al “Festival del libro di viaggio”. Dal libro inchiesta è nato un progetto itinerante di scrittura e racconto non-fiction sul fenomeno mafioso in Emilia Romagna rivolto alle scuole superiori di Bologna, sostenuto e promosso da Concittadini (Regione Emilia Romagna/Assemblea legislativa). Nell'ambito del progetto "Libera dalle mafie Comacchio" ho ideato e diretto i laboratori di teatro comunitario "Di camorra si narra" (2017), "Plurale femminile" (2018) e scritto e diretto assieme a Maurizio Cinti i cortometraggi "La ragazza della laguna", "L'ultimo banco a destra", "Il mare ci ha visto vicini". Dal 2015 mi occupo di teatro ragazzi e progetti scuola per il centro di produzione teatrale "La Corte Ospitale" di Rubiera . Nel 2016 ho ricevuto il "Carlino d'oro" da Quotidiano Nazionale/Il Resto del Carlino per le sue attività di teatro ragazzi e teatro comunitario in Emilia Romagna.


Partecipazione a LEGGERMENTE

Pubblicazioni

" LE SCIMMIE "

Editore : NAVARRA EDITORE

Eventi / Laboratori

23/03/2019
Dalle Ore 21:00
87
23/03/2019
Dalle Ore 08:00
28