FRANCESCA ROMANO GRASSO

FRANCESCA ROMANO GRASSO

Studi

Diploma Magistrale, Laurea in Pedagogia, Dottorato di Ricerca in Scienze dell’Educazione, master in Letteratura per l'Infanzia

Ambiti di competenza

educazione, cultura, welfare

Esperienze

Formatrice e consulente presso servizi educativi, sociali, sanitari, culturali (dal 1996)

Progetti di formazione per il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria umbra (1999-2004)

Alle dipendenze del Comune di Arezzo in qualità di Esperta di pianificazione e progettazione dei servizi in campo sociale (2001-2012) 

Consulente presso ASL Milano1 nell'ambito del progetto sperimentale Sportello di ascolto, orientamento e supporto psicopedagogico, successivamente impegnata nell'implementazione delle azioni migliorative dei consultori familiari (2012-2015)

Progettazione e superivisione, sia in veste pubblica che privata, di servizi di assistenza domiciliare, semiresidenziale e residenziale per minori, adulti e terza età

Promozione di progetti culturali quali mostre, concorsi, festival, circoli di studio multiprofessionali e comunità di pratiche per apprendimenti collaborativi

Collaborazioni con le riviste LiBer e Bambini 

Presidente dell’associazione EdufrogAps  - una realtà che promuove il dialogo tra pedagogia e letteratura, allo scopo di generare azioni, visioni e interrogazioni critiche sul presente. 
L'associazione organizza in collaborazione con Emmi's Care il Festival per l'infanzia e le famiglie Family care, il concorso internazionale "illustrazioni in movimento", la mostra itinerante Sguardi d’infanzia, seminari, circoli di studi e comunità di pratiche; in collaborazione con libreria Tiritera invece organizza corsi annuali di pedagogia e letteratura, tra cui Letture visive, contaminazioni letterarie e Leggere il mondo.

Metodologia

percorsi integrati di ricerca trasformativa e formazione; docenze in aula; ricerca e divulgazione attraverso percorsi animati con opere letterarie, artistiche e scientifiche; interviste e sopralluoghi per accompagnare la definizione delle identità di servizio e dei relativi paradigmi.

Letture ricorrenti

Pestalozzi, Maria Montessori, Emmi Pikler, Elinor Goldschmid, Henri Wallon, Jella Lepman, Bruno Munari, Agnès Szanto-Feder, Astrid Lindgren, Stig Dagerman, Dag Soldstad, Armin Greder, Roberto Innocenti, Stian Hole, Guus Kujer, Frank Westerman, Tove Jansson, Jane Teller, Maurice Sendak


Partecipazione a LEGGERMENTE